domenica 18 gennaio 2009

Salvatore Ranieri, Il Cantante della Solidarietà.






Salvatore Ranieri, Il Cantante della Solidarietà.

“CREDO IN CIO’ CHE FACCIO PERCHE’ LO FACCIO CON IL CUORE”

Decennale 1998/2008 dedicato alla Solidarietà.

Salvatore Ranieri nasce il 4 marzo 1978; inizia la sua carriera artistica all’età di 18 anni presso l’oratorio di Vogogna (Verbania) con concerti a favore dell’Ass. Ciechi, Ragazze Madri di Roma, Case di Riposo per Anziani, Terremotati ed Adozione a Distanza. In breve tempo diventa anche supporter di grandi artisti Nazionali quali i Nomadi, i Collage, i Dik Dik, i Ricchi &Poveri, i Giganti, Gatto Panceri, Raul e Mirko Casadei, l’Equipe 84, Sandro Giacobbe, Gaspare & Zuzzurro. Nel 2002 ottiene il riconoscimento di cittadino benemerito per meriti artistici e sociali dal comune di Vogogna (VB). Dopo l’esperienza con i grandi artisti, nel 2005 presenta un disco auto-prodotto dal titolo “MESSAGGIO DI PACE”, una raccolta di brani che affrontano temi importanti; uno strumento utile per lanciare messaggi giusti fra i giovani e nelle scuole italiane contro la pedofilia, la violenza e la guerra. Sempre nel 2005, diventa testimonial di Telethon del Verbano Cusio Ossola ed in quest’occasione è premiato con la “Rosa della Solidarietà” dal comune di Domodossola, per aver ideato e realizzato, con il giornalista Antonio Ciurlo, il progetto “Un euro per l’A.N.F.F.A.S.”, progetto, che per il tramite di una raccolta fondi, permetterà l’acquisto di un pulmino per disabili. Nel 2006 organizza e dà il via al suo primo tour Messaggio di Pace, evento che ha toccato diverse località nazionali, con il concorso di moltissime associazioni di volontariato. Nello stesso anno, s’esibisce al Teatro Regio di Torino, in mondovisione sul canale Telepace, con il Tour della Solidarietà. Nel settembre 2006 invita personalmente a Vigogna, suo paese d’origine, Maria Falcone presidentessa della Fondazione Falcone di Palermo; in tale occasione ha composto e dedicato una canzone ai giudici Falcone e Borsellino. La conclusione del tour 2006 ha quindi proposto l’evento annuale Il Dono della Solidarietà a favore U.G.I. (per la tutela dei bambini malati di tumore) di cui è diventato il testimonial ufficiale. Dal 2006 Salvatore Ranieri è inoltre rappresentante delle bellezze e del gran cuore della gente che abita nel Verbano Cusio Ossola, grazie ad uno specifico accordo con la Provincia di Verbania. Nel 2007 il secondo viaggio musicale Sogno tour ha attraversato l’Italia dalle Alpi alla Sicilia; manifestazione che fin dal concerto d’apertura ha radunato accanto al palco associazioni di volontariato d’ogni tipo. La rassegna ha dato poi la possibilità ad oltre 20.000 persone, d’ascoltare il nuovo disco “I TUOI SOGNI ” Lavoro che contiene successi come “Terra mia” contro l’inquinamento atmosferico, ”Messaggio di Pace” per la pace nel mondo, ”I Tuoi Sogni” rivolto ai giovani e “Basterebbe un Sorriso” che fa dell’ottimismo un messaggio veramente speciale. Il percorso canoro di Salvatore Ranieri, in due anni, ha dunque attraversato molte piazze e paesi italiani, andando a coinvolgere, con musica e parole, un pubblico d’ogni età nei vari temi del volontariato. Oltre 5000 copie del disco, solo nel 2007, sono state distribuite gratuitamente per sensibilizzare al meglio e con uno strumento giovane e gradevole, gli appassionati agli scopi dei sodalizi volontari. I fondi raccolti, è bene segnalarlo, sono stati direttamente consegnati ai rappresentanti delle Associazioni di Volontariato presenti alle serate. Tra le sue apparizioni sul piccolo schermo di rilievo quella su La7 (2004) ospite de “La Gondola d’Oro di Venezia” ed un'intervista del giugno 2007, a proposito del suo Tour e del suo sempre rinnovato impegno sociale, con il TG 3 regionale. Nel 2007, durante il sogno tour in collaborazione con Padre Vincenzo, sono stati raccolti i fondi per l’acquisto di un servo scala per disabili da installare presso il teatro dei frati Cappuccini di Domodossola (Verbania) ed i fondi per l’acquisto di un pulmino per i disabili A.N.F.F.A.S del Verbano Cusio Ossola, progetti consegnati nel 2008. Nell’etere Salvatore Ranieri è stato protagonista in trasmissioni di Radio DeeJay, Radio Latte e Miele e molte radio locali e regionali, che gli hanno permesso di manifestare al meglio la propria voglia d’interessare e coinvolgere i più giovani al mondo della Solidarietà. Riassumendo in poche parole l’impegno e la cifra artistica di Ranieri non si può non evidenziare il suo bellissimo e sempre rinnovato contatto con il pubblico che oltre ad ascoltare le sue intense canzoni, capaci di tracciare con chiare immagini il quotidiano di ciascuno di noi, si ritrova e resta attento e attivo testimone del proprio tempo.

Concerti (1998 – 2008) realizzati a favore di:

A.D.M.O., A.I.D.O., A.I.S.M., A.N.T., Avis, A.D.A., Adozione a Distanza, Uildm, Telethon, G.E.B.A., Auser, Ragazze Madri, M .P .V. Roma, Don Milani, Leucemia, Fratelli Senza Frontiere, M. A. I. S, Oratori, Parrocchie, A.N.F.F.A.S, Parkinson, Associazione Ciechi, U.G.I. per la Tutela dei Bambini Malati di Tumore, Case di Riposo, Materiale Didattico per le Scuole Palestinesi, Kiwanis, Servo Scala Disabili Teatro Cappuccina di Domodossola, Pulmino Disabili A.N.F.F.A.S. del Verbano - Cusio - Ossola, Amnesty International, Centro Aiuti per l’Etiopia, Terremotati, Emergency e La Campagna di Solidarietà.

A LIVELLO NAZIONALE COL SOGNO TOUR 2008

“COMBATTI LE TRUFFE AGLI ANZIANI”

TOTALE FONDI RACCOLTI E CONSEGNATI COL TOUR 2006/2008: 76.000 EURO.

Contatti: 3932177086 - zella.geddo@libero.it - www.salvatoreranieri.it - sognotour@libero.it -3398543162. Per il Lazio: gdomusica@thecentre.it – 3475912752.

lunedì 12 gennaio 2009

La recita della Befana del 1976 a Tremensuoli.

La recita del giorno della befana del 1976, nel salone parrocchiale di Tremensuoli. La scenetta del maestro con Giuseppe Tartaglia e Giovanni D'Onofrio e quella della caserma con Nicandro Sorgente, Pasquale Fico e Giovanni D'Onofrio. Lo spettacolo era presentato da Michele Villani.

venerdì 2 gennaio 2009

Vedute di Tremensuoli

Tremensuoli




Alcuni scatti di Giovanni D'Onofrio per mostrare Tremensuoli com'è oggi.
Via Piazzatella, veduta del Monte di Scauri, Largo Cappella e Via Orticelle, Chiesa di San Nicandro.